gestione del tempo- vita nova anima mente corpo
opera di Woods Davy

 

La definizione di tempo ha sempre messo alla prova la mente dell’essere umano: scienza, filosofia e psicologia se ne sono ampiamente occupate, e di volta in volta, siamo passati – semplificando al massimo – dal mero materialismo: il tempo è un’unità di misura al sublime metafisico: il tempo è eterno. Oggi le cose non sono meno chiare: la scienza è giunta a mettere in dubbio l’esistenza stessa del tempo ma dalla teoria della relatività all’equazione di Weeler-DeWitt il dibattito è tutt’altro che concluso.

 

 

D’altra parte la capacità di vivere un eterno presente descritta, seppur in modi differenti, dalle varie scuole sapienziali di tutti i tempi e latitudini ha a che fare più con una percezione soggettiva e conseguenza indiretta di uno stato dell’essere che si raggiunge attraverso un lavoro su di sé.

Benché sia auspicabile per ciascuno di noi fare esperienza di una vita vissuta nel qui e ora (hic et nunc) ciò non toglie che calati nel mondo della materia, ci confrontiamo con gli impegni quotidiani, con scadenze fisse, con l’alternarsi delle stagioni e personali e della terra. E quindi risulta importante imparare a gestire bene il proprio tempo.

vita nova anima mente corpo - come gestire il tuo tempo
Danza del tempo – Salvador Dalì

Il tempo è relativo, il suo unico valore è dato da ciò che noi facciamo mentre sta passando. – Albert Einstein 

Sfatiamo un luogo comune.

Non ho tempo, mi manca il tempo, sono oberata da impegni… Come la metti il risultato è il medesimo: è una gran bella scusa!

La farfalla non conta mesi ma momenti, e ha tempo a sufficienza. – Rabindranath Tagore

Certo che la giornata è fatta (solo!) di 24 ore ma come ci fa notare Seneca (Lucio Anneo) nel suo dialogo De Brevitate Vitae  non è il tempo che ci manca ma è la nostra incapacità di utilizzarlo al meglio che va, eventualmente, corretta.

Già all’epoca – e stiamo parlando del 50 d.C. circa – Seneca inchiodava alle proprie responsabilità i suoi contemporanei elencando le attività inutili ed improduttive nelle quali erano soliti perdersi anziché occuparsi di ciò che realmente era importante: ovvero – essendo lui un filosofo – invitava ad una vita ritirata dedita alla contemplazione. 

Tralasciando l’opzione di una scelta di vita così radicale che è destino di pochi,  cosa possiamo trarre dalla lezione di Seneca?suggerimenti per gestire il tuo tempo

 

1# La vita e quindi il tempo della nostra vita è un bene prezioso. Per cui diamogli il giusto valore.

Come? Facendo, se necessario, un po’ di pulizia.

Suggerimento:
chiediti se la vita che stai vivendo è quella che vorresti vivere. Se la risposta è no chiediti cosa andrebbe cambiato e sposta la tua attenzione sul cosa fare concretamente per portare quel cambiamento nella tua vita.

2#La vita che hai ti piace ma ti capita di provare la sensazione di essere risucchiata dalle tante cose da fare?

Suggerimento: pianificazione, pianificazione, pianificazione…  
Priorità e urgenza:
  • Imparare a stabilire cosa è prioritario e cosa è urgente: la priorità ha a che fare con ciò che è importante per te, per la tua evoluzione e per il tuo benessere, l’urgenza ha a che fare con tutto ciò che deve essere fatto in un determinato lasso di tempo.
  • Fai una lista di attività prioritarie e urgenti e stabilisci in anticipo la quota di tempo della giornata che vuoi rispettivamente dedicarvi.
  • Fai una lista di attività inutili. Per capire quali sono chiediti se ti apportano un beneficio a lungo termine. Dopo che le hai individuate sostituiscile con attività che invece ti fanno stare bene e contribuiscono al tuo benessere a lungo termine. Un esempio? Guardare solo e sempre film o programmi alla tv d’intrattenimento versus mezz’ora di attività fisica o lettura di un buon libro. 
Stabilisci del tempo da dedicare a te stessa:
  • Impara a recuperare energia nell’arco della giornata: sfrutta i tempi “morti”quali le varie attese: ad esempio per gli spostamenti o per gli appuntamenti. Ascolta musica, fai esercizi di respirazione e/o specifici per ricaricare le batterie, pratica la visualizzazione, leggi un libro e così via…   
  • Delega! Abbandona l’idea che ” se non lo sostieni tu il mondo crolla” e pratica l’arte del dare il compito giusto alla persona giusta: che sia un collaboratore, un familiare o un amico, allenati a lasciare spazio agli altri. Se lo farai con tatto ed intelligenza non solo tu avrai del tempo a disposizione per fare dell’altro (o riposarti …) ma avrai responsabilizzato la persona che si sentirà gratificata ed utile.
  • Alterna momenti di lavoro a riposo: ritrova il piacere dell’ozio totale, assoluto. E se proprio non ci riesci fai delle attività che ti rilassano, che ti fanno felice e che ti rendono soddisfatta: hobby vari, attività fisica, visione di film, camminate nella natura etc.

   

Naturalmente sull’argomento gestione del tempo c’è ancora dell’altro da dire e da mettere in pratica e sicuramente ci sarà spazio e tempo 😉 per tornare a parlarne ma per adesso spero che i suggerimenti che ti ho dato ti siano utili.

Ti lascio con le parole di Orazio: un invito ulteriore a non sprecare il tempo…

Dum loquimur, fugerit invida aetas: carpe diem, quam minimum credula postero.

(mentre parliamo il tempo, invidioso, sarà già fuggito. Godi il giorno, confidando meno che puoi nel domani.) – Carpe diem,  Quinto Orazio Flacco 

 

Al prossimo articolo.

Iris 

Ogni giorno è un buon giorno per iniziare una VITA NOVA 

 

 

Hai domande, dubbi, riflessioni che vuoi sottopormi? Contattami e ti risponderò con molto piacere. 

 

Definizione di tempo nella Treccani

Citazioni tratte da Aforisticamente

Foto tratte da Google images

 

Vuoi far parte anche tu della famiglia di Vita Nova?

Iscriviti alla newsletter compilando il form:

Lascia un commento qui sotto

Condividi l’articolo sui social.

 

Riflessioni, domande, suggerimenti: lascia un segno del tuo passaggio. Grazie